Un vero e proprio scontro diretto in chiave playoff quello che va in scena alla T quotidiano Arena fra la 𝐃𝐨𝐥𝐨𝐦𝐢𝐭𝐢 𝐄𝐧𝐞𝐫𝐠𝐢𝐚 𝐓𝐫𝐞𝐧𝐭𝐨 e la 𝐆𝐢𝐯𝐨𝐯𝐚 𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢 𝐁𝐚𝐬𝐤𝐞𝐭. Coach Galbiati può disporre di 𝐆𝐫𝐚𝐳𝐮𝐥𝐢𝐬, nonostante i problemi al ginocchio delle ultime settimante, mentre coach Boniciolli deve fare a meno di 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚𝐭𝐨 e lascia fuori 𝐁𝐥𝐚𝐤𝐞𝐬 dalla lista degli stranieri, preferendo avere un’alternativa in più nel reparto lunghi con 𝐆𝐚𝐦𝐛𝐥𝐞, che parte anche titolare in quintetto.

Meglio Scafati nella prima parte di gara, dove i campani arrivano ad avere anche un vantaggio in doppia cifra e in linea generale conducono la gara per oltre tre quarti. Come prevedibile la Givova domina a rimbalzo (33-43) ma perde qualche pallone di troppo (16 totali), specie nel terzo quarto (7) quando comincia a cambiare l’inerzia della partita).

Due le chiavi dell’incontro: la prima è l’uscita a oltre tre minuti dalla fine di 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 per qunto fallo, migliore dei suoi fino a quel momento, e poi la scarsa freddezza dimostrata in lunetta dai ragazzi di Boniciolli che chiudono con un 7/18, meno del 40% ai liberi. Emblematico nel finale uno 0/3 di 𝐇𝐞𝐧𝐫𝐲 che poteva riaprire la partita nei secondi finali.

Per Trento qualche ingenuità di troppo, come quella di 𝐌𝐨𝐨𝐧𝐞𝐲 proprio sul 𝐇𝐞𝐧𝐫𝐲 con fallo evitabile su tiro da tre (fortunatamente per lui non capitalizzato come visto poc’anzi dall’ultimo arrivato in casa Givova), con uno sforzo massimo nell’ultimo quarto che è valso la rimonta e con un gioco che ha privilegiato gli esterni in contrapposizone al dominio fisico di Scafati. In evidenza il solito 𝐊𝐚𝐦𝐚𝐫 𝐁𝐚𝐥𝐝𝐰𝐢𝐧, autore di 24 punti e vero ago della bilancia nel finale.

C’è però una tegola, pesantissima, a fine gara che è lo stesso coach Galbiati ad annunciare: finisce purtroppo qui la stagione di 𝐆𝐫𝐚𝐳𝐮𝐥𝐢𝐬, che per il problema al ginocchio prima descritto sarà costretto ad operarsi.

𝟏° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 20-22 (20-22)

Primo quarto equilibrato, con nessuna delle due squadre capace di mettere più di un possesso di distanza, esclusion fatta per il 6-10 con la tiripla realizzata da Pinkins. Si segna poco, Scafati conduce fino a due minuti dalla fine (14-17), poi due triple consecutive di Trento con Hubb e Forray portano i padroni di casa in vantaggio di tre lunghezze (20-17). Robinson però chiude il quarto con un personale 5-0 che mette Scafati avanti 20-22.

𝟐° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 16-20 (36-42)

Nel secondo quarto Scafati prova a scappare iniziando con un 9-0 e toccando il massimo vantaggio di +11 sul 20-31 con Pinkins e 6 punti di Gentile. Trento risale fino al -6 con un canestro in contropiede di Baldwin, Mooney realizza la tripla del -5 (32-37) ed un positivo Cooke appoggi ail -3 (34-37). Il primo tempo si chiude però con una tripla di Robinson che vale il +6 Scafati (36-42).

𝟑° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 19-17 (55-59)

Il terzo quarto segue le orme del primo, con una partita equilibrata senza grandi parziali: iniziano meglio i padroni di casa che si portano sul -2 (40-42) ma Scafati risponde con un 5-0 e la tripla di Henry rimanda Trento a -7 (40-47). La Dolomiti però mette insieme un piccolo parziale di 9-2 con Baldwin ed Hubb ed agguanta il pareggio sul 49-49. Nuovo allungo Scafati sul +7 con la tripla di Pinkins (51-58), poi i viaggi in lunetta a percorso netto di Conti e Mooney chiudono la frazione sul 55-59.

𝟒° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 29-20 (84-79)

Il quarto finale vede andare in scena la rimonta di Trento che prima scivola nuovamente sul -7 grazie ad una bella tripla in stepback di Robinson (61-68), poi esce bene da un timeout con un 5-0 firmato interamente da Mooney (66-68). A quattro minuti dalla fine Kamar Baldwin realizza il pareggio sul 72-72, lo stesso esterno statunitense firma il sorpasso dalla lunetta, poi il quinto fallo di Robinson raccontato in precedenza che lo toglie dalla partita. Ancora uno scatenato Baldwin realizza il +5 a un minuto dalla fine (78-73), dalla lunetta Henry ha la possibiltà di riaprirla ma fa incredibilmente 0/3, e Niang sigilla sempre dalla lunetta il risultato e la vittoria per Trento con Henry che si riscatta solo parzialmente con la tripla dell’82-

79. Dalla lunetta Grazulis fissa il punteggio sull’84-79.

——————

STARTING FIVE

——————

𝐓𝐫𝐞𝐧𝐭𝐨: Mooney, Baldwin, Niang, Grazulis, Biligha

𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢: Mouaha, Robinson, Rivers, Pinkins, Gamble

————————-

PARZIALI DEI QUARTI

————————-

𝟏° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 20-22 (20-22)

𝟐° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 16-20 (36-42)

𝟑° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 19-17 (55-59)

𝟒° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 29-20 (84-79)

——————————

STATISTICHE DI SQUADRA

——————————

𝐓𝐫𝐞𝐧𝐭𝐨

2pt: 14/24 (58.4%)

3pt: 12/39 (30.8%)

Liberi: 20/25 (80.0%)

Rimbalzi: 33 (10 o. + 23 d.)

Assist: 16

Palle perse: 9

𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢

2pt: 24/44 (54.6%)

3pt: 8/21 (38.1%)

Liberi: 7/18 (38.9%)

Rimbalzi: 43 (14 o. + 29 d.)

Assist: 11

Palle perse: 16

———–

MVP

———–

𝐊𝐚𝐦𝐚𝐫 𝐁𝐚𝐥𝐝𝐰𝐢𝐧 (Trento)

————–

TABELLINI

————–

𝐓𝐑𝐄𝐍𝐓𝐎

Matt Mooney – 18pt / 1rb / 4as

Prentiss Hubb – 6pt / 2rb / 3as

Kamar Baldwin – 24pt / 5rb / 5as

Luca Conti – 2pt / 1rb / 0as

Toto Forray – 5pt / 1rb / 1as

Davide Alviti – 3pt / 3rb / 0as

Andrejs Grazulis – 11pt / 6rb / 2as

Paul Biligha – 2pt / 1rb / 0as

Derek Cooke – 8pt / 4rb / 0as

Saliou Niang – 5pt / 4rb / 1as

Mahmadou Diarra – ne

𝐆𝐈𝐕𝐎𝐕𝐀 𝐒𝐂𝐀𝐅𝐀𝐓𝐈

Aristide Mouaha – 3pt / 1rb / 0as

Demetre Rivers – 2pt / 5rb / 0as

Sek Henry – 10pt / 2rb / 3as

Pierfrancesco Sangiovanni – ne

Gerald Robinson – 19pt / 3rb / 4as

John Nunge – 2pt / 3rb / 0as

Kruize Pinkins – 20pt / 8rb / 1as

Alessandro Gentile – 16pt / 6rb / 2as

Giovanni Pini – 0pt / 3rb / 0as

Julian Gamble – 7pt / 6rb / 1as

—————-

SALA STAMPA

—————-

*𝑟𝑖𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑡𝑒 𝑑𝑎𝑖 𝑠𝑖𝑡𝑖 𝑢𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑎𝑙𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑒𝑡𝑎’

𝐏𝐚𝐨𝐥𝐨 𝐆𝐚𝐥𝐛𝐢𝐚𝐭𝐢 (coach Trento): “Comincio dal ringraziamento, doveroso, a un giovane uomo e a un giocatore fantastico che purtroppo ha chiuso oggi la sua stagione, Andrejs Grazulis: spero davvero che possa recuperare e giocare il preolimpico e le Olimpiadi con la sua nazionale, se lo merita. Ha stretto i denti e giocato sul dolore anche oggi. La partita per noi non è stata facile, abbiamo avuto la forza di restare sempre lì, di coinvolgere il palazzetto, di attaccare con lucidità contro una squadra brava a chiudere l’area con fisicità ed esperienza. Ringrazio una volta di più lo staff medico che ha lavorato tantissimo per “rimettere in piedi” giocatori con infortuni e fastidi e ora giocheremo cinque partite fondamentali per la nostra corsa playoff“.

𝐌𝐚𝐭𝐭𝐞𝐨 𝐁𝐨𝐧𝐢𝐜𝐢𝐨𝐥𝐥𝐢 (coach Scafati): “Ho un solo grande rammarico: in una partita condotta per 37 minuti, il 7 su 18 ai tiri liberi ci ha penalizzato in maniera drammatica. Peccato, perché la squadra ha giocato bene e fatto quello che poteva. Abbiamo commesso comunque degli errori. Siamo poi arrivati senza Rossato, per cui ho dovuto allungare il minutaggio di Robinson, che ha giocato molto bene ed ho scelto di tenerlo in campo anche nel finale, seppur gravato di falli, perché temevo che Gentile potesse essere aggredito. Faccio i complimenti a Trento, perché così come abbiamo fatto noi in casa contro Tortona, pur restando sotto per 37 minuti, ha sempre creduto nel proprio sistema. Noi continuiamo a lottare per il doppio obiettivo: salvezza e playoff. Anche stasera la squadra ha dimostrato di essere seria, di lottare e combattere“.

Autore

  • Luca Siano

    L’admin del sito web e l’ideatore del “progetto” Passione Basket promotore di diverse iniziative sui gruppi privati e coordinatore generale di tutte le attività. Grande appassionato di basket, con un debole (serio) per la Virtus Bologna!

    Visualizza tutti gli articoli