Partita bellissima al Palamangano con un finale di quelli che non ti aspetti, con 𝐓𝐫𝐞𝐯𝐢𝐬𝐨 capace di rimontare 19 (sono stati anche 21) punti a 𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢 nell’ultima frazione prima di subire il canestro vincente di 𝐆𝐞𝐧𝐭𝐢𝐥𝐞 ed avere comunque ancora una possibilità di vincerla con una preghiera di 𝐁𝐨𝐰𝐦𝐚𝐧.

Scafati – Treviso 95-93: la cronaca della partita

Per Scafati c’è 𝐆𝐞𝐫𝐚𝐥𝐝 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 al posto di 𝐒𝐭𝐫𝐞𝐥𝐧𝐢𝐞𝐤𝐬, e l’ex play di Sassari è subito incisivo realizzando i primi due canestri di Scafati, due triple (6-4). Lo imita 𝐑𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬 che realizza una tripla, poi il canestro di 𝐌𝐨𝐮𝐡𝐚 su assist di 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 consiglia 𝐕𝐢𝐭𝐮𝐜𝐜𝐢 a chiamare la prima interruzione della partita (11-4). In uscita dal timeout 𝐁𝐨𝐰𝐦𝐚𝐧 e 𝐉𝐮𝐬𝐭𝐢𝐧 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 riportano a un possesso Treviso (13-11), ma Scafati piazza un micidiale 13-0 con altre due triple di 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 e 5 punti di 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚𝐭𝐨, volando sul 26-11. Dalla lunetta dove stasera i treivigiani sono molto precisi con 𝐇𝐚𝐫𝐫𝐢𝐬𝐨𝐧 e 𝐎𝐥𝐢𝐬𝐞𝐯𝐢𝐜𝐢𝐮𝐬 accorciano un pò il distacco e la prima frazione si chiude sul 30-17, un un 𝐆𝐞𝐫𝐚𝐥𝐝 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 da 14 punti.

Con i punti di 𝐇𝐚𝐫𝐫𝐢𝐬𝐨𝐧 Treviso prova a rimettersi in carreggiata arrivando sul -10 (33-22), ma 𝐋𝐨𝐠𝐚𝐧 finalizza un gioco da 4 a interrompere l’inerzia degli ospiti. E’ sempre 𝐇𝐚𝐫𝐫𝐢𝐬𝐨𝐧 per Treviso a portare avanti l’attacco, realizzando la tripla del nuovo -10 (40-30), ma i veri problemi per la Nutribullet sono nel reparto difensivo, con giocatori con i difensori troppo spesso tagliati fuori dagli avversari e maglie troppo larghe a favorire le penetrazioni. A fine primo tempo allora nonostante i punti di 𝐇𝐚𝐫𝐫𝐢𝐬𝐨𝐧 la Givova allunga ancora e si va al riposo sul 56-40.

Durante l’intervallo lungo si assiste alla premiazione di 𝐑𝐢𝐜𝐜𝐚𝐫𝐝𝐨 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚𝐭𝐨 come 𝐦𝐢𝐠𝐥𝐢𝐨𝐫 𝐢𝐭𝐚𝐥𝐢𝐚𝐧𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐜𝐨𝐫𝐬𝐚 𝐬𝐭𝐚𝐠𝐢𝐨𝐧𝐞, con il premio che gli viene consegnato da 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐨 𝐁𝐨𝐧𝐢.

Nel terzo quarto si mette in partita 𝐊𝐲 𝐁𝐨𝐰𝐦𝐚𝐧, Treviso prova nuovamente a piazzare qualche parziale che le consenta di rientrare in partita e giocarsela fino alla fine, e dopo poco più di tre minuti si riporta sotto la doppia cifra di svantaggio proprio con 𝐁𝐨𝐰𝐦𝐚𝐧 (61-52). Ma ancora una volta Scafati è abile nel respingere i tentativi degli ospiti di avvicinamento, e dopo un secondo quarto di pausa si rivede 𝐆𝐞𝐫𝐚𝐥𝐝 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 che fa registrare il massimo vantaggio sul +20 (75-55). Ancora 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 poco dopo realizza la tripla del +21 (79-58), poi il canestro di 𝐌𝐞𝐳𝐳𝐚𝐧𝐨𝐭𝐭𝐞 chiude il quarto sul 79-60.

Nulla lascia presagire quanto sarebbe accaduto nell’ultima frazione, con Treviso che nel frattempo aveva perso anche 𝐉𝐮𝐬𝐭𝐢𝐧 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 per infortunio. E invece la premiata ditta 𝐁𝐨𝐰𝐦𝐚𝐧-𝐇𝐚𝐫𝐫𝐢𝐬𝐨𝐧, ben spalleggiata da 𝐎𝐥𝐢𝐬𝐞𝐯𝐢𝐜𝐢𝐮𝐬, ricuce pian piano tutto lo svantaggio. si arriva prima sul -2 con 𝐁𝐨𝐰𝐦𝐚𝐧 in uscita da timeout, poi ancora Bowman sempre in uscita dal timeout segna il -1 (91-90), infine 𝐇𝐚𝐫𝐫𝐢𝐬𝐨𝐧 segna da lontanissimo la tripla del pareggio (93-93) a 12 secondi dalla fine.

Nell’ultima azione 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 prova la tripla dall’angolo, palla sul secondo ferro, arriva 𝐆𝐞𝐧𝐭𝐢𝐥𝐞 a rimbalzo offensivo che insacca il 95-93. A 3 secondi dalla fine Treviso prova una disperata preghiera con 𝐁𝐨𝐰𝐦𝐚𝐧, che non va troppo distante dal bersaglio grosso, ma è Scafati a vincere una partita davvero emozionante.

——————

Scafati – Treviso: i quintetti iniziali

——————

𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢: Robinson G., Mouha, Rivers, Pinkins, Gamble

𝐓𝐫𝐞𝐯𝐢𝐬𝐨: Robinson J., Bowman, Allen, Olisevicius, Paulicap

————————-

Scafati – Treviso: i parziali dei quarti

————————-

𝟏° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 30-17 (30-17)

𝟐° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 26-23 (56-40)

𝟑° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 23-20 (79-60)

𝟒° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 16-33 (95-93)

——————————

Scafati – Treviso: le statistiche di squadra

——————————

𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢

2pt: 22/37 (59.5%)

3pt: 11/25 (44.0%)

Liberi: 18/24 (75.0%)

Rimbalzi: 33 (6 o. + 27 d.)

Assist: 23

Palle perse: 10

𝐓𝐫𝐞𝐯𝐢𝐬𝐨

2pt: 13/30 (43.4%)

3pt: 13/30 (43.4%)

Liberi: 28/32 (87.5%)

Rimbalzi: 30 (9 o. + 21 d.)

Assist: 18

Palle perse: 5

———–

Scafati – Treviso: l’MVP

———–

𝐆𝐞𝐫𝐚𝐥𝐝 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 (Scafati)

————–

Scafati – Treviso: il tabellino

————–

𝐆𝐈𝐕𝐎𝐕𝐀 𝐒𝐂𝐀𝐅𝐀𝐓𝐈

Julyan Gamble – 3pt / 1rb / 4as

Alessandro Gentile – 15pt / 5rb / 7as

Aristide Mouaha – 2pt / 0rb / 0as

Riccardo Rossato – 7pt / 4rb / 1as

Demetre Rivers – 16pt / 4rb / 1as

Giovanni Pini – 0pt / 1rb / 0as

David Logan – 9pt / 2rb / 1as

Matteo Cavaliere – ne

Gerald Robinson – 24pt / 4rb / 4as

John Nunge – 0pt / 2rb / 1as

Kruize Pinkins – 19pt / 8rb / 3as

𝐍𝐔𝐓𝐑𝐈𝐁𝐔𝐋𝐋𝐄𝐓 𝐓𝐑𝐄𝐕𝐈𝐒𝐎

Ky Bowman – 21pt / 2rb / 3as

Justin Robinson – 4pt / 0rb / 5as

Alessandro Zanelli – 4pt / 1rb / 2as

D’Angelo Harrison – 27pt / 6rb / 3as

Leonardo Faggian – 0pt / 0rb / 0as

David Torresani – 2pt / 0rb / 0as

Osvaldas Olisevicius – 19pt / 5rb / 2as

Andrea Mezzanotte – 2pt / 1rb / 0as

Terry Allen – 10pt / 4rb / 2as

Pauly Paulicap – 4pt / 5rb / 0as

Gora Camara – 0pt / 0rb / 0as

Francesco Scandiuzzi – ne

—————-

Scafati – Treviso: la sala stampa

—————-

*𝑟𝑖𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑡𝑒 𝑑𝑎𝑖 𝑠𝑖𝑡𝑖 𝑢𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑎𝑙𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑒𝑡𝑎’

𝐌𝐚𝐭𝐭𝐞𝐨 𝐁𝐨𝐧𝐢𝐜𝐢𝐨𝐥𝐥𝐢 (coach Scafati): “𝐷𝑎 𝑞𝑢𝑖 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑓𝑖𝑛𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑠𝑡𝑎𝑔𝑖𝑜𝑛𝑒, 𝑜𝑔𝑛𝑖 𝑠𝑞𝑢𝑎𝑑𝑟𝑎 𝑙𝑜𝑡𝑡𝑒𝑟𝑎’ 𝑝𝑒𝑟 𝑢𝑛 𝑜𝑏𝑖𝑒𝑡𝑡𝑖𝑣𝑜: 𝑐ℎ𝑖 𝑝𝑒𝑟 𝑙𝑎 𝑠𝑎𝑙𝑣𝑒𝑧𝑧𝑎, 𝑐ℎ𝑖 𝑝𝑒𝑟 𝑖 𝑝𝑙𝑎𝑦𝑜𝑓𝑓, 𝑐ℎ𝑖 𝑝𝑒𝑟 𝑢𝑛𝑎 𝑝𝑜𝑠𝑖𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑚𝑖𝑔𝑙𝑖𝑜𝑟𝑒, 𝑐ℎ𝑖 𝑝𝑒𝑟 𝑓𝑎𝑟𝑠𝑖 𝑟𝑖𝑛𝑛𝑜𝑣𝑎𝑟𝑒 𝑖𝑙 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑎𝑡𝑡𝑜 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑒𝑡𝑎’ 𝑖𝑛 𝑐𝑢𝑖 𝑔𝑖𝑜𝑐𝑎; 𝑝𝑒𝑟 𝑐𝑢𝑖 𝑜𝑔𝑛𝑖 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑡𝑎 𝑠𝑎𝑟𝑎’ 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑑𝑖 𝑜𝑔𝑔𝑖. 𝑄𝑢𝑎𝑙𝑐ℎ𝑒 𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑓𝑎 𝑒𝑟𝑜 𝑎 𝑣𝑒𝑑𝑒𝑟𝑒 𝑙𝑒 𝐹𝑖𝑛𝑎𝑙 𝐹𝑜𝑢𝑟 𝑎𝑑 𝐼𝑠𝑡𝑎𝑛𝑏𝑢𝑙 𝑒 𝑎𝑠𝑠𝑖𝑠𝑡𝑒𝑡𝑡𝑖 𝑎𝑑 𝑢𝑛𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑡𝑎 𝑠𝑖𝑚𝑖𝑙𝑒 𝑡𝑟𝑎 𝐶𝑆𝐾𝐴 𝑀𝑜𝑠𝑐𝑎 𝑒 𝑂𝑙𝑖𝑚𝑝𝑦𝑎𝑘𝑜𝑠: 𝑢𝑛𝑎 𝑠𝑓𝑖𝑑𝑎 𝑑𝑖 𝑢𝑛 𝑙𝑖𝑣𝑒𝑙𝑙𝑜 𝑐𝑙𝑎𝑚𝑜𝑟𝑜𝑠𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑠𝑢𝑝𝑒𝑟𝑖𝑜𝑟𝑒 𝑎 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑜𝑑𝑖𝑒𝑟𝑛𝑎, 𝑒𝑝𝑝𝑢𝑟𝑒, 𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑎 𝑞𝑢𝑒𝑖 𝑙𝑖𝑣𝑒𝑙𝑙𝑖, 𝑒̀ 𝑎𝑐𝑐𝑎𝑑𝑢𝑡𝑜. 𝑀𝑖 𝑒’ 𝑠𝑢𝑐𝑐𝑒𝑠𝑠𝑜 𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑞𝑢𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑒𝑟𝑜 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑉𝑖𝑟𝑡𝑢𝑠 𝐵𝑜𝑙𝑜𝑔𝑛𝑎: 𝑛𝑜𝑛𝑜𝑠𝑡𝑎𝑛𝑡𝑒 𝑝𝑟𝑒𝑐𝑖𝑠𝑒 𝑖𝑛𝑑𝑖𝑐𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑓𝑜𝑟𝑛𝑖𝑡𝑒 𝑎𝑑 𝑢𝑛 𝑝𝑙𝑎𝑦𝑚𝑎𝑘𝑒𝑟 𝑑𝑖 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑒𝑠𝑝𝑒𝑟𝑖𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝐵𝑜𝑦𝑘𝑖𝑛𝑠 𝑖𝑛 𝑢𝑛 𝑡𝑖𝑚𝑒-𝑜𝑢𝑡, 𝑙𝑎 𝑠𝑢𝑎 𝑛𝑜𝑛 𝑐𝑜𝑟𝑟𝑒𝑡𝑡𝑎 𝑒𝑠𝑒𝑐𝑢𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑐𝑖 𝑓𝑒𝑐𝑒 𝑝𝑒𝑟𝑑𝑒𝑟𝑒 𝑢𝑛𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑡𝑎 𝑖𝑚𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑛𝑡𝑒 𝑝𝑟𝑜𝑝𝑟𝑖𝑜 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜 𝑇𝑟𝑒𝑣𝑖𝑠𝑜, 𝑐𝑜𝑠𝑎 𝑐ℎ𝑒 𝑝𝑢𝑜’ 𝑐𝑎𝑝𝑖𝑡𝑎𝑟𝑒 𝑞𝑢𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑖 𝑔𝑖𝑜𝑐𝑎𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑠𝑜𝑡𝑡𝑜𝑝𝑜𝑠𝑡𝑖 𝑎𝑑 𝑢𝑛 𝑖𝑛𝑐𝑟𝑒𝑑𝑖𝑏𝑖𝑙𝑒 𝑠𝑡𝑟𝑒𝑠𝑠 𝑓𝑖𝑠𝑖𝑐𝑜 𝑒𝑑 𝑒𝑚𝑜𝑡𝑖𝑣𝑜. 𝐴 𝑡𝑟𝑒𝑛𝑡’𝑎𝑛𝑛𝑖 𝑚𝑖 𝑠𝑎𝑟𝑒𝑖 𝑖𝑛𝑐𝑎𝑧𝑧𝑎𝑡𝑜 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑢𝑛𝑎 𝑏𝑖𝑠𝑐𝑖𝑎, 𝑎𝑑𝑒𝑠𝑠𝑜 𝑠𝑜 𝑐ℎ𝑒 𝑝𝑢𝑜’ 𝑠𝑢𝑐𝑐𝑒𝑑𝑒𝑟𝑒. 𝑀𝑎 𝑑𝑒𝑣𝑜 𝑎𝑚𝑚𝑒𝑡𝑡𝑒𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒, 𝑎𝑖 𝑝𝑢𝑛𝑡𝑖, 𝑙𝑎 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑣𝑖𝑡𝑡𝑜𝑟𝑖𝑎 𝑠𝑖𝑎 𝑖𝑛𝑑𝑖𝑠𝑐𝑢𝑡𝑖𝑏𝑖𝑙𝑒: 𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑖 𝑎𝑣𝑎𝑛𝑡𝑖 𝑑𝑎𝑙 2-0 𝑓𝑖𝑛𝑜 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑓𝑖𝑛𝑒. 𝑆𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑎 𝑛𝑜𝑣𝑒 𝑣𝑖𝑛𝑡𝑒 𝑒 𝑛𝑜𝑣𝑒 𝑝𝑒𝑟𝑠𝑒, 𝑚𝑎 ℎ𝑜 𝑙𝑒 𝑖𝑑𝑒𝑒 𝑐ℎ𝑖𝑎𝑟𝑒, 𝑠𝑜 𝑏𝑒𝑛𝑒 𝑞𝑢𝑎𝑙 𝑒̀ 𝑖𝑙 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑝𝑟𝑜𝑏𝑙𝑒𝑚𝑎, 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑜𝑛 𝑝𝑜𝑠𝑠𝑜 𝑑𝑖𝑐ℎ𝑖𝑎𝑟𝑎𝑟𝑒 𝑚𝑎 𝑐ℎ𝑒 𝑣𝑜𝑔𝑙𝑖𝑜 𝑝𝑟𝑜𝑣𝑎𝑟𝑒 𝑎 𝑠𝑢𝑝𝑒𝑟𝑎𝑟𝑒, 𝑎𝑙𝑚𝑒𝑛𝑜 𝑝𝑎𝑟𝑧𝑖𝑎𝑙𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒, 𝑑𝑢𝑟𝑎𝑛𝑡𝑒 𝑙𝑎 𝑝𝑎𝑢𝑠𝑎. 𝑁𝑜𝑛 𝑠𝑜𝑡𝑡𝑜𝑙𝑖𝑛𝑒𝑒𝑟𝑒𝑖 𝑡𝑟𝑜𝑝𝑝𝑜 𝑙𝑎 𝑞𝑢𝑎𝑙𝑖𝑡𝑎’ 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑣𝑖𝑡𝑡𝑜𝑟𝑖𝑎 𝑒 𝑝𝑒𝑛𝑠𝑒𝑟𝑒𝑖 𝑝𝑖𝑢𝑡𝑡𝑜𝑠𝑡𝑜 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑝𝑟𝑜𝑠𝑠𝑖𝑚𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑡𝑎 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜 𝑃𝑒𝑠𝑎𝑟𝑜. 𝑉𝑜𝑔𝑙𝑖𝑜 𝑖𝑛𝑓𝑖𝑛𝑒 𝑟𝑖𝑛𝑔𝑟𝑎𝑧𝑖𝑎𝑟𝑒 𝑖𝑙 𝑝𝑢𝑏𝑏𝑙𝑖𝑐𝑜 𝑝𝑒𝑟𝑐ℎ𝑒’, 𝑛𝑒𝑙 𝑓𝑖𝑛𝑎𝑙𝑒 𝑑𝑖 𝑔𝑎𝑟𝑎, 𝑛𝑜𝑛 𝑐𝑖 ℎ𝑎 𝑓𝑖𝑠𝑐ℎ𝑖𝑎𝑡𝑜 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑠𝑎𝑟𝑒𝑏𝑏𝑒 𝑝𝑜𝑡𝑢𝑡𝑜 𝑎𝑐𝑐𝑎𝑑𝑒𝑟𝑒 𝑖𝑛 𝑞𝑢𝑎𝑙𝑐ℎ𝑒 𝑎𝑙𝑡𝑟𝑎 𝑝𝑖𝑎𝑧𝑧𝑎, 𝑎𝑛𝑧𝑖 ℎ𝑎 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑖𝑛𝑢𝑎𝑡𝑜 𝑎𝑑 𝑖𝑛𝑐𝑖𝑡𝑎𝑟𝑐𝑖 𝑒𝑑 𝑖𝑙 𝑟𝑖𝑚𝑏𝑎𝑙𝑧𝑜 𝑒 𝑐𝑎𝑛𝑒𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑓𝑖𝑛𝑎𝑙𝑒 𝑑𝑖 𝐺𝑒𝑛𝑡𝑖𝑙𝑒 𝑒’ 𝑙𝑎 𝑠𝑖𝑛𝑡𝑒𝑠𝑖 𝑑𝑖 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜”.

𝐅𝐫𝐚𝐧𝐤 𝐕𝐢𝐭𝐮𝐜𝐜𝐢 (coach Treviso): “𝑈𝑛𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑡𝑎 𝑐ℎ𝑒 𝑒’ 𝑖𝑛𝑖𝑧𝑖𝑎𝑡𝑎 𝑚𝑎𝑙𝑒 𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑜𝑛 𝑑𝑜𝑣𝑒𝑣𝑎𝑚𝑜 𝑎𝑐𝑐𝑒𝑡𝑡𝑎𝑟𝑒 𝑢𝑛 𝑟𝑖𝑡𝑚𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑡𝑎 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑙𝑜 𝑒’ 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑜 𝑠𝑜𝑝𝑟𝑎𝑡𝑡𝑢𝑡𝑡𝑜 𝑛𝑒𝑙 𝑝𝑟𝑖𝑚𝑜 𝑞𝑢𝑎𝑟𝑡𝑜 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑎𝑏𝑏𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑠𝑢𝑏𝑖𝑡𝑜 𝑡𝑟𝑜𝑝𝑝𝑜. 𝑈𝑛 𝑟𝑖𝑡𝑚𝑜 𝑡𝑟𝑜𝑝𝑝𝑜 𝑎𝑙𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑓𝑖𝑛𝑎𝑙𝑖𝑧𝑧𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖, 𝑞𝑢𝑖𝑛𝑑𝑖 𝑙𝑎 𝑑𝑖𝑓𝑒𝑠𝑎 𝑒’ 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑎 𝑚𝑜𝑙𝑡𝑜 𝑏𝑟𝑢𝑡𝑡𝑎, 𝑒̀ 𝑎𝑛𝑑𝑎𝑡𝑎 𝑙𝑒𝑛𝑡𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑚𝑖𝑔𝑙𝑖𝑜𝑟𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑛𝑒𝑙 𝑐𝑜𝑟𝑠𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑡𝑎, 𝑠𝑖𝑐𝑢𝑟𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑛𝑒𝑙𝑙’𝑢𝑙𝑡𝑖𝑚𝑜 𝑞𝑢𝑎𝑟𝑡𝑜 𝑚𝑎 𝑒𝑣𝑖𝑑𝑒𝑛𝑡𝑒𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑢𝑛 𝑝𝑜’ 𝑡𝑎𝑟𝑑𝑖, 𝑑𝑜𝑣𝑒𝑣𝑎𝑚𝑜 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑟𝑒 𝑝𝑟𝑖𝑚𝑎 𝑢𝑛 𝑝𝑜’ 𝑝𝑖𝑢’ 𝑐𝑜𝑛𝑠𝑖𝑠𝑡𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑠𝑒 𝑎𝑏𝑏𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑎𝑣𝑢𝑡𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑜𝑐𝑐𝑎𝑠𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑝𝑒𝑟 𝑟𝑖𝑎𝑔𝑔𝑎𝑛𝑐𝑖𝑎𝑟𝑙𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑜𝑛 𝑎𝑏𝑏𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑠𝑓𝑟𝑢𝑡𝑡𝑎𝑡𝑜 𝑎𝑙 𝑚𝑒𝑔𝑙𝑖𝑜…. 𝑆𝑐𝑎𝑓𝑎𝑡𝑖 ℎ𝑎 𝑚𝑒𝑟𝑖𝑡𝑎𝑡𝑜 𝑝𝑒𝑟𝑐ℎ𝑒’ ℎ𝑎 𝑐𝑜𝑛𝑑𝑎𝑡𝑡𝑜 𝑝𝑒𝑟 40 𝑚𝑖𝑛𝑢𝑡𝑖. 𝐿𝑎 𝑝𝑎𝑙𝑙𝑎𝑐𝑎𝑛𝑒𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑒’ 𝑐𝑟𝑢𝑑𝑒𝑙𝑒, 𝑑𝑢𝑟𝑎 40 𝑚𝑖𝑛𝑢𝑡𝑖, 𝑚𝑎 𝑑𝑎𝑙𝑙’𝑖𝑛𝑖𝑧𝑖𝑜 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑓𝑖𝑛𝑒 𝑒 𝑛𝑜𝑛 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑑𝑢𝑟𝑎𝑡𝑎 𝑛𝑜𝑛 𝑙’𝑎𝑏𝑏𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑎𝑣𝑢𝑡𝑎 𝑠𝑜𝑝𝑟𝑎𝑡𝑡𝑢𝑡𝑡𝑜 𝑑𝑎𝑙 𝑝𝑢𝑛𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑣𝑖𝑠𝑡𝑎 𝑑𝑖𝑓𝑒𝑛𝑠𝑖𝑣𝑜.”

Autore

  • Luca Siano

    L’admin del sito web e l’ideatore del “progetto” Passione Basket promotore di diverse iniziative sui gruppi privati e coordinatore generale di tutte le attività. Grande appassionato di basket, con un debole (serio) per la Virtus Bologna!

    Visualizza tutti gli articoli

#pubblicità
“In qualità di sito Affiliato Amazon
vengono percepite delle commissioni
sugli acquisti idonei"