Al Palamangano rinominato Beta Ricambi Arena scendono in campo per la 𝐆𝐢𝐯𝐨𝐯𝐚 Rossato, Robinson, Rivers, Pinkins e Nunge mentre 𝐓𝐨𝐫𝐭𝐨𝐧𝐚 schiera in campo Ross, Obasohan, Weems, Severini e Kamagate.

𝟏° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 31-20 (31-20)

Scafati conquista la prima palla contesa ai e realizza il primo canestro della partita firmato 𝐊𝐫𝐮𝐢𝐳𝐞 𝐏𝐢𝐧𝐤𝐢𝐧𝐬. Gli uomini di De Raffaele reagiscono solo dalla lunetta, tanto che Scafati conduce e conclude in largo vantaggio, limato solo dalla mano caldissima di 𝐁𝐚𝐥𝐝𝐚𝐬𝐬𝐨 che, entrato dalla panchina, manda al bar 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 con una finta e una tripla.

𝟐° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 19-23 (50-43)

Il secondo quarto si apre sul 31 a 20, ma gli ospiti reagiscono schiantando Scafati con un parziale di 8 a 0 concluso poi per 14 a 4 e propiziato ancora da un ubriacante 𝐁𝐚𝐥𝐝𝐚𝐬𝐬𝐨. I padroni di casa, che nel frattempo hanno perso 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚𝐭𝐨 relegato in panchina con due falli ma degnamente sostituito dal neoacquisto 𝐒𝐞𝐤 𝐇𝐞𝐧𝐫𝐲, confezionano un controparziale di 10 a 0 frutto del vantaggio nel computo dei falli: nemmeno uno fino a oltre metà partita, dovuto soprattutto alle conclusioni dalla lunga degli ospiti e che solo grazie ad un tiro sottomisura di 𝐀𝐥𝐞 𝐆𝐞𝐧𝐭𝐢𝐥𝐞 accorciano da 3 in contropiede con 𝐂𝐚𝐧𝐝𝐢 con la tripla che porta i suoi a 7 punti dagli scafatesi: 50–43.

𝟑° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 18-26 (68-69)

Al rientro dagli spogliatoi De Raffaele opta per Strautins al posto di 𝐒𝐞𝐯𝐞𝐫𝐢𝐧𝐢 e 𝐑𝐚𝐝𝐨𝐬𝐞𝐯𝐢𝐜 per Kagamate, mentre Boniciolli si affida ai suoi titolari, sebbene 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚𝐭𝐨 parta male in difesa come anche il resto della squadra che adesso si ritrova in appena tre minuti di gioco con tre falli e che sforano il bonus con quasi ben otto minuti ancora da giocare prima dell’ultimo intervallo, con 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 a quota 3. Tuttavia, Scafati non paga dazio poiché Tortona non ne approfitta e trova i primi canestri solo grazie ai liberi prima che 𝐒𝐭𝐫𝐚𝐮𝐭𝐢𝐧𝐬 metta 10 punti in fila portando i suoi in vantaggio. Per Scafati ci pensa 𝐀𝐥𝐞 𝐆𝐞𝐧𝐭𝐢𝐥𝐞 a ribattere, seppure non propriamente al top stagionale, sopperendo all’uscita di scena di 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 con quattro falli, prima che 𝐍𝐮𝐧𝐠𝐞 salga in cattedra con una tripla e poi rubando palla a centrocampo e schiacciandola di prepotenza nel canestro avversario riportando i suoi avanti 64-63 e inducendo De Raffaele a chiamare minuto di sospensione in fretta e furia che aiuta Tortona a riportarsi avanti all’intervallo, 68-69.

𝟒° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 26-22 (94-91)

Nell’ultima frazione di gioco a segnare per primo è ancora 𝐍𝐮𝐧𝐠𝐞 che serra i ranghi da cui escono una gran tripla di 𝐒𝐞𝐤 𝐇𝐞𝐧𝐫𝐲 e poi una stoppata di 𝐆𝐚𝐦𝐛𝐥𝐞 su 𝐃𝐨𝐰𝐞 che blocca le belle speranze degli ospiti. Sebbene Scafati sia più reattiva Tortona non lascia nulla sul parquet e gli ultimi cinque minuti sono un botta e risposta non solo tra il predominio a rimbalzo di Scafati e la mano calda da tre di 𝐁𝐚𝐥𝐝𝐚𝐬𝐬𝐨 e 𝐑𝐨𝐬𝐬, ma anche tra gli instant replay che si susseguono prima per convalidare il canestro di 𝐑𝐨𝐬𝐬 e annullando il gran gesto di 𝐒𝐞𝐤 𝐇𝐞𝐧𝐫𝐲 che lo aveva stoppato e poi per un fallo tattico su quest’ultimo invocato da Boniciolli ma giudicato ordinario dalla terna arbitrale. Negli ultimi convulsi secondi la girandola di liberi tattici premia la Givova che porta a casa i due punti concludendo la gara 94 a 91 e incassando il buon apporto del neoarrivato 𝐒𝐞𝐤 𝐇𝐞𝐧𝐫𝐲.

——————

STARTING FIVE

——————

𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢: Rossato, Robinson, Rivers, Pinkins, Nunge

𝐓𝐨𝐫𝐭𝐨𝐧𝐚: Ross, Obasohan, Weems, Severini, Kamagate.

——————————

STATISTICHE DI SQUADRA

——————————

𝐒𝐜𝐚𝐟𝐚𝐭𝐢

2pt: 22/40 (55.1%)

3pt: 10/21 (47.7%)

Liberi: 20/22 (91.0%)

Rimbalzi: 34 (11 o. + 23 d.)

Assist: 35

Palle perse: 112

𝐓𝐨𝐫𝐭𝐨𝐧𝐚

2pt: 14/26 (53.9%)

3pt: 15/31 (48.4%)

Liberi: 18/21 (85.8%)

Rimbalzi: 24 (7 o. + 17 d.)

Assist: 24

Palle perse: 10

———–

MVP

———–

𝐆𝐞𝐫𝐚𝐥𝐝 𝐑𝐨𝐛𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧 (Scafati)

————–

TABELLINI

————–

𝐆𝐈𝐕𝐎𝐕𝐀 𝐒𝐂𝐀𝐅𝐀𝐓𝐈

Julyan Gamble – 31pt / 2rb / 1as

Aristide Mouaha – 0pt / 0rb / 0as

Riccardo Rossato – 8pt / 0rb / 0as

Demetre Rivers – 7pt / 3rb / 2as

Sek Henry – 13pt / 0rb / 5as

Kennedy Imade – ne

Pierfrancesco Sangiovanni – ne

Gerald Robinson – 20pt / 6rb / 8as

John Nunge – 23pt / 5rb / 3as

Kruize Pinkins – 13pt / 10rb / 2as

Alessandro Gentile – 7pt / 4rb / 4as

𝐁𝐄𝐑𝐓𝐑𝐀𝐌 𝐓𝐎𝐑𝐓𝐎𝐍𝐀

Colbey Ross – 10pt / 2rb / 10as

Chris Dowe – 6pt / 1rb / 7as

Andrea Zerini – 0pt / 0rb / 0as

Arturs Strautins – 20pt / 6rb / 1as

Tommaso Baldasso – 14pt / 3rb / 2as

Luca Severini – 3pt / 0rb / 1as

Leon Radosevic – 7pt / 0rb / 0as

Kyle Weems – 8pt / 4rb / 1as

Riccardo Tavernelli – ne

Ismael Kamagate – 2pt / 0rb / 0as

Leonardo Candi – 5pt / 1rb / 0as

Retin Obasohan – 16pt / 4rb / 1as

—————-

SALA STAMPA

—————-

*𝑟𝑖𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑡𝑒 𝑑𝑎𝑖 𝑠𝑖𝑡𝑖 𝑢𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑎𝑙𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑒𝑡𝑎’

𝐌𝐚𝐭𝐭𝐞𝐨 𝐁𝐨𝐧𝐢𝐜𝐢𝐨𝐥𝐥𝐢 (coach Scafati): “Se fossi un giornalista e dovessi titolare il pezzo sulla partita, scriverei “Vittoria meritata”: credo sia indiscutibile la nostra conduzione della partita, anche quando abbiamo subito percentuali di tiro da tre punti incredibili, a riprova del fatto che siamo stati mentalmente pronti a resistere, vincendo la gara con pieno merito. Fino a due ore prima della partita, le ipotesi di roster erano diverse, poi Pini ci ha comunicato di stare male con febbre e vomito, per cui abbiamo dovuto cambiare tutto, sia in termini di quintetto che di rotazioni. Se la gara si fosse giocata alla playstation, il risultato sarebbe stato scontato, ma questa non è la playstation, siamo esseri umani con sogni, desideri, ambizioni, incazzature e delusioni e questo è un gruppo che sta regalando grandi soddisfazioni. Sono molto orgoglioso di essere l’allenatore di questa squadra, perché so quanto lavorano e ci tengono a questa maglia: dopo le sconfitte, tutti i giocatori in genere ridono e scherzano, mentre a Brescia, dopo la sconfitta, non volava una mosca, tutti erano incazzati come delle pantere e questo atteggiamento non è facile da trovare. A prescindere se conquisteremo la salvezza, che ci meritiamo ampiamente, o se riusciremo a fare qualcosa in più, spero che i tifosi si ricordino di questo gruppo di persone che ha dei valori importantissimi che, nella mia carriera, raramente ho incontrato. Abbiamo il diritto di pensare ai playoff: sono fiducioso, perché abbiamo dimostrato di avere roster, investimenti, società che ci assiste, giocatori forti, tenacia, resistenza e durezza, insomma a questa squadra non manca nulla. Stasera avremmo potuto arrenderci spesso, ma non lo abbiamo fatto mai: questo è un valore percepibile. Ora aspettiamo la partita contro Brindisi con grande attenzione, contro cui vinceremo solo e soltanto se ce lo meriteremo sul campo, così come ci siamo meritati sul campo la vittoria di oggi“.

𝐖𝐚𝐥𝐭𝐞𝐫 𝐃𝐞 𝐑𝐚𝐟𝐟𝐚𝐞𝐥𝐞 (coach Tortona): “Credo che in questa vittoria di Scafati ci siano tanti meriti loro, perché la hanno messa sui binari di aggressività e agonismo che ha permesso di mantenere l’inerzia per larghi tratti. La pecca più grande della mia squadra è stata non capire il tipo di impatto da avere in quanto qui a Scafati servono diverse presenza e intensità. Quando abbiamo prodotto il massimo sforzo, nel terzo quarto, e abbiamo messo la testa avanti credo che due canestri subìti da noi hanno girato di nuovo l’inerzia. Faccio i complimenti a Scafati, a noi rimane un po’ di dispiacere per avere giocato a sprazzi. Spesso siamo costretti a giocare con quintetti atipici che pagano soprattutto nel breve periodo. Quando siamo andati avanti serviva più acume nello spendere dei falli prima di raggiungere il bonus, ma Scafati ha fatto la partita che mi aspettavo“.

Autore


#pubblicità
“In qualità di sito Affiliato Amazon
vengono percepite delle commissioni
sugli acquisti idonei"