Dopo la sconfitta a Kaunas a distanza di tre giorno torna in campo la 𝐕𝐢𝐫𝐭𝐮𝐬 𝐁𝐨𝐥𝐨𝐠𝐧𝐚 su un altro campo sempre complicato, al di la’ della classifica, come quello della Stark Arena di Belgrado, dove affronta la 𝐒𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚 reduce da 6 sconfitte e fuori dai giochi anche per il discorso play-in. Coach Banchi non recupera gli infortunati 𝐇𝐚𝐜𝐤𝐞𝐭𝐭 e 𝐂𝐨𝐫𝐝𝐢𝐧𝐢𝐞𝐫, con il francese che è stato atteso fino a poche ore prima della partita ma poi alla fine si è deciso di non convocare. La Virtus Bologna parte discretamente in una partita che viaggia sui binari dell’equilibrio e del botta e risposta per quasi tutto il primo tempo.

I padroni di casa provono a correre ed aprire il campo, con buoni risultati, mentre gli ospiti provano a cavalcare il più possibile il post basso di 𝐒𝐡𝐞𝐧𝐠𝐞𝐥𝐢𝐚, bravo anche nell’inserirsi da fuori. L’equilibrio viene parzialmente spezzato dal grande ex 𝐌𝐢𝐥𝐨𝐬 𝐓𝐞𝐨𝐝𝐨𝐬𝐢𝐜 che nei secondi finali prima serve un grande assist poi ruba palla e realizza la tripla del +6.

Nel secondo tempo la Virtus subisce fisicamente la i biancorossi di casa, che soprattutto con 𝐁𝐨𝐥𝐨𝐦𝐛𝐨𝐲 a protezione del canestro e con i rmbalzi offensivi fanno la voce grossa: si arriva sul +10 con Stella Rossa ma la Virtus riesce ad impattare, poi però i serbi scappano via definivamente.

Una Virtus che incontra notevoli difficoltà difensive, con due partite consecutive oltre i 90 punti subiti, che possono trovare una parziale spiegazione nelle su citate assenze di Hackett e Cordinier. 𝐒𝐡𝐞𝐧𝐠𝐞𝐥𝐢𝐚 sostiene il peso dell’attacco ma troppo spesso abbocca alle finte avversarie in fase difensiva, commettendo falli evitabili che poi gli costeranno l’uscita anticipata. Bene invece un encomiabile 𝐀𝐛𝐚𝐬𝐬, grande lottatore che ha dato una grossa energia ed è stato uno degli ultimi a mollare.

𝐍𝐞𝐝𝐨𝐯𝐢𝐜 il migliore della Stella Rossa specie nel secondo tempo, ma grande prestazione di un centellinato 𝐌𝐢𝐥𝐨𝐬 𝐓𝐞𝐨𝐝𝐨𝐬𝐢𝐜 vicino alla doppia doppia con le solite giocate spettacolari soprattutto a livello di assist. Da ri-sottolineare la prestazione difensiva di 𝐁𝐨𝐥𝐨𝐦𝐛𝐨𝐲, autore fra le altre anche di tre stoppate.

𝟏° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 21-23 (21-23)

Buona partenza della Virtus che inizia con uno 0-5 con la tripla dall’angolo di 𝐁𝐞𝐥𝐢𝐧𝐞𝐥𝐥𝐢 ed un canestro da sotto di 𝐃𝐮𝐧𝐬𝐭𝐨𝐧. Non si fa attendere la reazione dei padroni di casa che in poco più di due minuto passano in vantaggio con la tripla di 𝐃𝐚𝐯𝐢𝐝𝐨𝐯𝐚𝐜 (9-7). Partita che scorre veloce con le squadre che provano a correre il campo e con un distacco fra le due squadre che non va mai oltre il possesso pieno: ci prova nel finale 𝐀𝐛𝐚𝐬𝐬 realizzando la tripla del +4 (19-23), ma 𝐁𝐨𝐥𝐨𝐦𝐛𝐨𝐲 su assist di 𝐌𝐢𝐭𝐫𝐨𝐯𝐢𝐜 accorcia nuovamente ed il quarto si chiude sul 21-23.

𝟐° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 27-19 (48-42)

Primi due minuti di equilibrio, poi arriva un parziale Virtus di 0-5 con una tripla di 𝐋𝐨𝐦𝐚𝐳𝐬 ed un canestro di 𝐋𝐮𝐧𝐝𝐛𝐞𝐫𝐠 (25-30) per il massimo vantaggio della partita (+5). Anche in questo caso però il disavanzo dura poco perchè la Stella Rossa arriva a mettere il muso avanti con il canestro di 𝐓𝐨𝐛𝐞𝐲 (33-32). A 30 secondi dalla fine del primo tempo i due liberi di 𝐏𝐚𝐣𝐨𝐥𝐚 portano il risultato in perfetta parità (42-42), ma negli ultimi secondi decisivo Teodosic che prima serve a 𝐓𝐨𝐛𝐞𝐲 l’assist per il +3 e poi ruba palla a 𝐏𝐚𝐣𝐨𝐥𝐚 e sulla sirena realizza personalmente la tripla del +6 per il 48-42 con cui si chiude il primo tempo.

𝟑° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 26-23 (74-65)

Partita che diventa complicata per la Virtus Bologna che dopo due minuti conosce per la prima volta nel match uno svantaggio in doppia cifra grazie al canestro realizzato da 𝐍𝐞𝐝𝐨𝐯𝐢𝐜 (54-44). I ragazzi di coach Banchi hanno la forza di reagire e di riportarsi sotto con le triple di 𝐒𝐡𝐞𝐧𝐠𝐞𝐥𝐢𝐚 e 𝐋𝐮𝐧𝐝𝐛𝐞𝐫𝐠, arrivando ad impattare sul 61-61 quando 𝐁𝐞𝐥𝐢𝐧𝐞𝐥𝐥𝐢 realizza un libero per un tecnico dato a 𝐆𝐢𝐞𝐝𝐫𝐚𝐢𝐭𝐢𝐬 per proteste. Lo sforzo per il rietro viene però pagato con gli interessi, e la Stella Rossa risponde con un parziale di 11-0 sotto la regia di 𝐓𝐞𝐨𝐝𝐨𝐬𝐢𝐜 e i punti di 𝐍𝐞𝐝𝐨𝐯𝐢𝐜 (72-61). Il canestro di 𝐒𝐡𝐞𝐧𝐠𝐞𝐥𝐢𝐚 tiene la Virtus sotto la doppia cifra di svantaggio con il canestro del 74-65.

𝟒° 𝐐𝐮𝐚𝐫𝐭𝐨: 20-14 (94-79)

Prova a giocarsela ancora la Virtus che con 𝐋𝐮𝐧𝐝𝐛𝐞𝐫𝐠 e 𝐁𝐞𝐥𝐢𝐧𝐞𝐥𝐥𝐢 risale fino al -5 (74-69). Stella Rossa che ritrova il vantaggio in doppia cifra con un canestro di 𝐃𝐚𝐯𝐢𝐝𝐨𝐯𝐚𝐜 (79-69), poi le Vnere profondono il massimo sforzo nel tentativo di rimonta: 𝐁𝐞𝐥𝐢𝐧𝐞𝐥𝐥𝐢 realizza la tripla del -6 (84-78) e poco dopo ha un’altra occasione per il -3, ma la tripla gira sul ferro e dal potenziale -3 si passa a -9 con l’uno su due dai liberi di 𝐓𝐞𝐨𝐝𝐨𝐬𝐢𝐜 e con il canestro di 𝐁𝐨𝐥𝐨𝐦𝐛𝐨𝐲 a poco più di due minuti dalla fine. 𝐒𝐡𝐞𝐧𝐠𝐞𝐥𝐢𝐚 e 𝐏𝐚𝐣𝐨𝐥𝐚 escono per 5 falli e la partita non ha più nulla da dire, la Stella Rossa la conduce in porto senza ulteriori problemi, finisce 94-79.

——————

STARTING FIVE

——————

𝐒𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚: Nedovic, Hanga, Ilic, Davidovac, Bolomboy

𝐕𝐢𝐫𝐭𝐮𝐬 𝐁𝐨𝐥𝐨𝐠𝐧𝐚: Pajola, Belinelli, Dobric, Shengelia, Dunston

——————————

STATISTICHE DI SQUADRA

——————————

𝐒𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐑𝐨𝐬𝐬𝐚

2pt: 22/38 (57.9%)

3pt: 10/23 (43.5%)

Liberi: 20/25 (80.0%)

Rimbalzi: 39 (9 o. + 30 d.)

Assist: 30

Palle perse: 15

𝐕𝐢𝐫𝐭𝐮𝐬 𝐁𝐨𝐥𝐨𝐠𝐧𝐚

2pt: 17/45 (37.8%)

3pt: 10/29 (34.5%)

Liberi: 15/16 (93.8%)

Rimbalzi: 36 (16 o. + 20 d.)

Assist: 18

Palle perse: 11

———–

MVP

———–

𝐍𝐞𝐦𝐚𝐧𝐣𝐚 𝐍𝐞𝐝𝐨𝐯𝐢𝐜 (Stella Rossa)

————–

TABELLINI

————–

𝐒𝐓𝐄𝐋𝐋𝐀 𝐑𝐎𝐒𝐒𝐀

Javonte Smart – 0pt / 0rb / 0as

Stefan Lazarevic – 0pt / 1rb / 0as

Milos Teodosic – 11pt / 3rb / 9as

Adam Hanga – 3pt / 7rb / 7as

Dejan Davidovac – 11pt / 5rb / 2as

Luka Mitrovic – 10pt / 5rb / 2as

Mike Tobey – 7pt / 4rb / 0as

Joel Bolomboy – 15pt / 5rb / 0as

Dalibor Ilic – 5pt / 3rb / 1as

Nemanja Nedovic – 25pt / 3rb / 7as

Rokas Giedraitis – 7pt / 1rb / 2as

Freddie Gillespie – ne

𝐕𝐈𝐑𝐓𝐔𝐒 𝐁𝐎𝐋𝐎𝐆𝐍𝐀

Rihards Lomazs – 3pt / 1rb / 0as

Alessandro Pajola – 5pt / 0rb / 2as

Jordan Mickey – 8pt / 3rb / 1as

Iffe Lundberg – 15pt / 2rb / 3as

Bruno Mascolo – ne

Awudu Abass – 5pt / 6rb / 2as

Achille Polonara – 0pt / 5rb / 0as

Ante Zizic – ne

Ognjen Dobric – 2pt / 1rb / 0as

Tornike Shengelia – 25pt / 4rb / 5as

Bryant Dunston – 2pt / 6rb / 2as

—————-

SALA STAMPA

—————-

*𝑟𝑖𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑡𝑒 𝑑𝑎𝑖 𝑠𝑖𝑡𝑖 𝑢𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑎𝑙𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑒𝑡𝑎’

𝐋𝐮𝐜𝐚 𝐁𝐚𝐧𝐜𝐡𝐢 (coach Virtus Bologna): “La Stella Rossa è stata più continua. Sono stati efficaci fin dall’inizio, hanno creato vantaggi con la creatività dei loro esterni e il loro atletismo. La partita è stata tirata, poi sul 61 pari c’è stato un loro parziale di 11-0 che per noi è stato molto difficile da recuperare. Abbiamo fatto fatica a controllare il ritmo. Eravamo preparati a giocare un tipo di partita diversa. Ma il loro talento ha fatto sì che controllassero la gara. Dovevamo avere una difesa molto più consistente per limitare la loro creatività. I nostri avversari hanno avuto un’ottima serata, sfruttando il potenziale di Nedovic, Teodosic e delle altre guardie. Noi dobbiamo pensare a come recuperare la nostra identità difensiva, una maggiore aggressività, quella che ci ha permesso di aver giocato un certo tipo di torneo“.

Autore

  • Luca Siano

    L’admin del sito web e l’ideatore del “progetto” Passione Basket promotore di diverse iniziative sui gruppi privati e coordinatore generale di tutte le attività. Grande appassionato di basket, con un debole (serio) per la Virtus Bologna!

    Visualizza tutti gli articoli

#pubblicità
“In qualità di sito Affiliato Amazon
vengono percepite delle commissioni
sugli acquisti idonei"