Nove le partite disputate nella notte Nba, tutte valide per l’ 𝐈𝐧-𝐒𝐞𝐚𝐬𝐨𝐧 𝐓𝐨𝐮𝐫𝐧𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭:

𝐏𝐡𝐨𝐞𝐧𝐢𝐱 𝐒𝐮𝐧𝐬 (4-5) – 𝐋𝐨𝐬 𝐀𝐧𝐠𝐞𝐥𝐞𝐬 𝐋𝐚𝐤𝐞𝐫𝐬 (4-5) 119-122

I Lakers interrompono una striscia di 3 sconfitte e colgono la prima vittoria esterna della stagione, piazzando un parziale di 14-0 a cavallo tra il terzo e il quarto quarto, sigillando la vittoria nel finale con una tripla di 𝐑𝐞𝐝𝐝𝐢𝐬𝐡. Nonostante un problema alla gamba sinistra accusato nel primo quarto, 𝐋𝐞𝐛𝐫𝐨𝐧 𝐉𝐚𝐦𝐞𝐬 domina con 32 punti tirando 11/17 dal campo, con 11 rimbalzi e 6 assist; il rientrante 𝐃𝐚𝐯𝐢𝐬 chiude con 18 punti e 11 rimbalzi, 𝐑𝐮𝐬𝐬𝐞𝐥𝐥 19.

Tra i Suns, alla terza sconfitta in casa su 4 gare, 𝐁𝐞𝐚𝐥 torna almeno per un tempo l’all star ammirato di qualche hanno fa, con 20 dei suoi 24 punti finali nella prima frazione; eroico come sempre 𝐃𝐮𝐫𝐚𝐧𝐭 con 38 punti in altrettanti minuti.

𝐃𝐚𝐥𝐥𝐚𝐬 𝐌𝐚𝐯𝐞𝐫𝐢𝐜𝐤𝐬 (7-2) – 𝐋𝐨𝐬 𝐀𝐧𝐠𝐞𝐥𝐞𝐬 𝐂𝐥𝐢𝐩𝐩𝐞𝐫𝐬 (3-5): 144-122

Un secondo quarto da incubo (47-18) condanna i Clippers alla terza sconfitta da quando in squadra è arrivato 𝐇𝐚𝐫𝐝𝐞𝐧 (per lui 14 punti tutti nel primo quarto). Un 𝐋𝐮𝐤𝐚 𝐃𝐨𝐧𝐜𝐢𝐜 devastante con 44 punti (6 rimbalzi, 6 assist e una sola persa) in soli 31 minuti di gioco con un ottimo 17/21 dal campo spegne ogni velleità degli ospiti in un secondo quarto dove Dallas segna 17 punti consecutivi all’interno di un parziale di 33-4.

Molto bene anche 𝐊𝐲𝐫𝐢𝐞 𝐈𝐫𝐯𝐢𝐧𝐠 (27 con 6 rimbalzi e 3 assist). Per gli uomini di coach Lue, 𝐋𝐞𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝 l’unico a salvarsi (26 in 29 minuti).

𝐃𝐞𝐭𝐫𝐨𝐢𝐭 𝐏𝐢𝐬𝐭𝐨𝐧𝐬 (2-8) – 𝐏𝐡𝐢𝐥𝐚𝐝𝐞𝐥𝐩𝐡𝐢𝐚 𝟕𝟔𝐞𝐫𝐬 (7-1): 106-114

Settima vittoria consecutiva per i Philadelphia 76ers, che “sonnecchiano” per tutto il primo tempo (sotto anche di 16 punti), ma che accelerano a cavallo tra il terzo e il quarto quarto, condannando i Detroit Pistons alla loro settima sconfitta consecutiva. 𝐄𝐦𝐛𝐢𝐢𝐝 segna 16 punti solo nel terzo quarto, e chiude con 33 punti e 11 rimbalzi; molto bene anche 𝐌𝐚𝐱𝐞𝐲, oramai secondo violino acquisito della squadra con 29 punti 10 assist e soprattutto in zero palle perse, 24 per 𝐇𝐚𝐫𝐫𝐢𝐬. La coppia di guardie 𝐂𝐮𝐧𝐧𝐢𝐧𝐠𝐡𝐚𝐦-𝐇𝐚𝐲𝐞𝐬 combinano per 44 punti, il rookie 𝐓𝐡𝐨𝐦𝐬𝐨𝐧 aggiunge una doppia doppia da 12 punti e 13 rimbalzi ma non basta ai padroni di casa.

𝐒𝐚𝐧 𝐀𝐧𝐭𝐨𝐧𝐢𝐨 𝐒𝐩𝐮𝐫𝐬 (3-6) – 𝐌𝐢𝐧𝐧𝐞𝐬𝐨𝐭𝐚 𝐓𝐢𝐦𝐛𝐞𝐫𝐰𝐨𝐥𝐯𝐞𝐬 (6-2) : 110-117

Minnesota fa sul serio e conquista la quinta vittoria di fila sul parquet di San Antonio, nonostante il tentativo di rimonta dei padroni di casa nell’ultimo quarto. 𝐓𝐨𝐰𝐧𝐬 e 𝐄𝐝𝐰𝐚𝐫𝐝𝐬 protagonisti, con 29 e 12 rimbalzi per il primo, 28 con 7 rimbalzi e 5 assist per il secondo. 𝐖𝐞𝐦𝐛𝐚𝐧𝐲𝐚𝐦𝐚 riscatta parzialmente la brutta prova di New York si chiude con 29 punti 9 rimbalzi e la tripla dell’ultimo riavvicinamento dei padroni di casa (110-115); carreer-high per 𝐕𝐚𝐬𝐬𝐞𝐥𝐥 (29 con 6/11 da 3).

𝐍𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐚𝐥𝐭𝐫𝐞 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐢𝐭𝐞 torna alla vittoria 𝐁𝐨𝐬𝐭𝐨𝐧 (6-2), che si sbarazza di 𝐁𝐫𝐨𝐨𝐤𝐥𝐲𝐧 (4-5) 121-107 con 28 punti di 𝐁𝐫𝐨𝐰𝐧 e le doppie doppie di 𝐓𝐚𝐭𝐮𝐦 (23 e 10 rimbalzi) e 𝐇𝐨𝐥𝐢𝐝𝐚𝐲 (13+12).

Dopo essere partiti con tre sconfitte, quinta vittoria di fila per i sorprendenti 𝐇𝐨𝐮𝐬𝐭𝐨𝐧 𝐑𝐨𝐜𝐤𝐞𝐭𝐬 (5-3), che piegano in casa 104-101 i 𝐍𝐞𝐰 𝐎𝐫𝐥𝐞𝐚𝐧𝐬 𝐏𝐞𝐥𝐢𝐜𝐚𝐧𝐬 (4-5), recuperando lo svantaggio di 9 punti nel quarto quarto grazie a tre triple consecutive di 𝐕𝐚𝐧𝐕𝐥𝐞𝐞𝐭; per i padroni di casa ci sono 25 di 𝐆𝐫𝐞𝐞𝐧, 24 di 𝐒𝐞𝐧𝐠𝐮𝐧 oltre ai 20 dell’ex Toronto Raptors, mentre agli ospiti non sono sufficienti i 31 punti di 𝐈𝐧𝐠𝐫𝐚𝐦 e i 24 con 8 rimbalzi di 𝐖𝐢𝐥𝐥𝐢𝐚𝐦𝐬𝐨𝐧.

Importante vittoria esterna per 𝐂𝐡𝐚𝐫𝐥𝐨𝐭𝐭𝐞 a 𝐖𝐚𝐬𝐡𝐢𝐧𝐠𝐭𝐨𝐧 (117-124), con una clamorosa doppia doppia di 𝐌.𝐖𝐢𝐥𝐥𝐢𝐚𝐦𝐬 da 21 e 24 rimbalzi, di cui 15 offensivi(!), per Gallinari 9 punti in 18 minuti, un rimbalzo 4 assist.

Boccata d’ossigeno per i 𝐒𝐚𝐜𝐫𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐊𝐢𝐧𝐠𝐬 che in casa superano 105-98 gli 𝐎𝐤𝐥𝐚𝐡𝐨𝐦𝐚 𝐂𝐢𝐭𝐲 𝐓𝐡𝐮𝐧𝐝𝐞𝐫, condannata da un 7/30 da 3 punti, nonostante il solito 𝐒𝐡𝐚𝐢 𝐆𝐢𝐥𝐠𝐞𝐨𝐮𝐬 𝐀𝐥𝐞𝐱𝐚𝐧𝐝𝐞𝐫 da 33 punti, 7 rimbalzi e 6 assist, e punita dai 28 punti di 𝐇𝐮𝐞𝐫𝐭𝐞𝐫, la doppia doppia di 𝐌𝐮𝐫𝐫𝐚𝐲 (24+11) ma soprattutto la prima tripla doppia dell’anno di 𝐒𝐚𝐛𝐨𝐧𝐢𝐬 (17+13+13).

Nello scontro tra le peggiori squadre ad Ovest infine ottava sconfitta in nove incontri per i 𝐌𝐞𝐦𝐩𝐡𝐢𝐬 𝐆𝐫𝐢𝐳𝐳𝐥𝐢𝐞𝐬 superati in casa anche dagli 𝐔𝐭𝐚𝐡 𝐉𝐚𝐳𝐳 (121-127) con 26 punti sia per 𝐌𝐚𝐫𝐤𝐤𝐚𝐧𝐞𝐧 che per 𝐂𝐥𝐚𝐫𝐤𝐬𝐨𝐧 (𝐅𝐨𝐧𝐭𝐞𝐜𝐜𝐡𝐢𝐨 6 punti in 12 minuti , 2/2 da 3 con 2 rimbalzi un assist e 2 palle rubate); 𝐁𝐚𝐧𝐞 l’unico a salvarsi tra i padroni di casa con 37 punti e 7/13 dalla lunga distanza.

Autore

  • Daniele De Santis

    Nba, un amore a prima vista sin da ragazzino… il poco basket dal vivo dalle sue parti sopperito da “divoratore” di tabellini e notizie sui giornali, radio e tv fino ai giorni nostri grazie al web. Con breve esperienza da addetto stampa nella pallavolo femminile e collaboratore di testate giornalistiche, per Passione Basket cura rubriche sulla Nba ed è uno dei volti delle nostre “PB Talkings Serie A1” del lunedi sera.

    Visualizza tutti gli articoli

#pubblicità
“In qualità di sito Affiliato Amazon
vengono percepite delle commissioni
sugli acquisti idonei"