Panoramica sulla Regular Season in chiusura e le scelte MVP dello staff di PassioneBasket.it

Panoramica sulla Regular Season in chiusura e le scelte MVP dello staff di PassioneBasket.it

All’alba dell’ultima giornata di regular season sono quasi state emanate tutte le sentenze. Assegnate sette posizioni su otto per i playoff (si tratta di stabilire solo la graduatoria precisa) e ufficializzata la squadra retrocessa, Cantù che è matematicamente in A2 dopo la sconfitta in casa della Fortitudo.

Le qualificate ai playoff

Milano come da pronostico chiude in vetta, complice anche la variabile covid che si è abbattuta su Brindisi nel momento più delicato del campionato, il finale. La squadra di Vitucci dovrà difendere la seconda piazza lunedi sera in casa contro Varese. Rischierebbe con una sconfitta di retrocedere addirittura fino al quinto posto, in caso di contemporanee vittorie della Virtus, di Sassari e di Venezia (per classifica avulsa), quarto posto in caso di vittori di Virtus e Venezia, terzo posto in caso di vittoria della sola Virtus Bologna

Terza posizione per la Virtus Bologna, che in teoria potrebbe ambire ancora al secondo posto in caso di vittoria casalinga con Trento e contemporanea sconfitta di Brindisi.

Si giocheranno invece la quarta posizione Sassari e Venezia, a pari punti ma con i sardi avanti negli scontri diretti. Sassari giocherà in casa della già retrocessa Cantù, mentre Venezia sarà ospite e Reggio Emilia, già salva e con poco da chiedere ancora a questa stagione.

Sesta posizione sicura per Treviso, che sarà la squadra a cui toccherà osservare il turno di riposo nell’ultima giornata. Trieste che la segue in classifica sotto di due punti infatti anche vincendo è sotto negli scontri diretti. I friulani invece dovranno guardarsi dietro da Trento: essendo sotto negli scontri diretti anche contro la squadra allenata da Molin, una sconfitta interna contro la Fortitudo ed una vittoria di Trento li relegherebbe all’ottavo posto, mentre il settimo posto sarebbe proprio di Forray e compagni.

Ultimo posto valido per i playoff

Se Trento come visto potrebbe teoricamente anche finire settima, a dispetto di Trieste non ha ancora la qualificazione sicura: un bel passo avanti è stato certamente fatto ieri quando nel recupero della 29a giornata si sono imposti contro Brindisi eliminando automaticamente dalla concorrenza tutto il gruppone di cinque squadre a 20 punti (Pesaro, Brescia, Reggio Emilia, Fortitudo e Varese). Resta ora un discorso a due con Cremona.

La sorprendente squadra di coach Galbiati ha però un’unica combinazione a disposizione: vincere a Milano, e potrebbe non bastare. Dovrà infatti anche aspettare la sconfitta di Trento in casa della Virtus: in questa situazione si andrebbe a pari punti, con gli scontri diretti in favore della Vanoli.

Il “gruppone” salvo, senza possibilità di playoff

Fra deluse e chi ha semplicemente centrato il proprio obbiettivo, sono 5 le squadre che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato, che che lunedi sera potranno “rompere le righe”. Si tratta di Pesaro, Reggio Emilia, Brescia, Fortitudo e Varese.

La grande delusa è senza dubbio la Fortitudo, per quelle che erano le premesse della stagione e per i giocatori che erano arrivati, anche se poi ad un certo punto la salvezza è sembrata un ottimo traguardo.

Discorso simile per Brescia, che si presentava ai nastri di partenza con altre ambizioni. Pesaro è stata una rivelazione parziale: grande avvio di stagione fino all’apice della finale di Coppa Italia, la squadra di Repesa si è poi sciolta sul più bello quando è arrivato il momento della raccolta. Tutto sommato invece è in linea con gli obbiettivi il risultato raggiunto per Reggio Emilia e Varese.

Le retrocesse

Parliamo al plurale perchè come ben ricorderete questo campionato era nato con 16 squadre e prevedeva 2 retrocessioni. A percorso inoltrato però la Virtus Roma per note vicende che non stiamo a rimarcare è uscita dal torneo lasciandolo orfano di una squadra ed a numero dispari, obbligando ogni giornata ad osservare un turno di riposo ad una squadra.

Sul campo invece retrocede una piazza storica della pallacanestro italiana, ossia Cantù. Stagione difficile sin dall’inizio, poi l’avvicendamento in panchina fra Pancotto e Bucchi che sembrava aver prodotto un minimo di inerzia positiva, fino anche qui al fattore covid che ha colpito di faccia i canturini, che al rientro poi hanno perso diversi scontri diretti decisivi.

Nei prossimi giorni si discuterà in merito ad una eventuale possibilità di ripescaggio, per ora però Cantù è in A2. Non possiamo che augurare una pronta risalita per questa gloriosa società.

Gli “Awards” di PassioneBasket.it

Dopo una panoramica sulle squadre, passiamo quindi a parlare dei singoli. Come di consueto a fine stagione regolare si è soliti “proclamare” i migliori giocatori che si sono distinti durante la stagione per le loro prestazioni e le loro statistiche. Noi di PassioneBasket.it ci siamo divertiti all’interno del nostro gruppo Whatsapp a fare delle votazioni interne per eleggere l’MVP della regular season, il miglior italiano, il miglior under 22 ed il giocatore rivelazione. Ed ecco le nostre scelte…

Mvp della Regular Season

Il più votato è stato Darius Thompson, playmaker della Happy Casa Brindisi, seguito a breve distanza dal centro del Banco Sardegna di Sassari, Miro Bilan.

Miglior italiano

Per questa voce c’è stato un plebiscito assoluto: Stefano Tonut, guardia/ala della Reyer Venezia.

Miglior under 22

Fra i giovani è stata una corsa a due, spuntata all’ultimo voto da Alessandro Pajola, playmaker della Virtus Segafredo Bologna, su Gabriele Procida, guardia dell’Acqua San Bernardo Cantù.

Giocatore rivelazione

Perfetta parità invece nelle votazioni per il giocatore rivelazione di questo campionato: pari merito infatti sono arrivati Derek Willis, ala della Happy Casa Brindisi, e Jacorey Williams, centro della Dolomiti Energia Trento. In qualità di autore dell’articolo, mi assumo l’onere e l’onore di sbilanciarmi in favore dell’ala brindisina.

Diretta Live in programma

Nei prossimi giorni organizzeremo una diretta sulla nostra pagina Facebook per discutere di questa regular season e commentare le nostre scelte sui giocatori in compagnia di ospiti d’eccezione che renderemo noti nel prossimo post, a stagione regolare conclusa. Seguiteci!


Condividi sui Social!

Torna in alto